CONTRATTO ESTIMATORIO

IMPOSTE SUL REDDITO

Aggiornato al 23.02.2012

La competenza economica dei ricavi derivanti dalle cessioni di beni in base a contratti estimatori si ha al momento nel quale i beni sono rivenduti a terzi.


Esempio:
la ditta Alfa Spa consegna delle merci alla ditta Gamma Srl in base a contratto estimatorio in data 15/10 dell’anno x. Il prezzo concordato tra le parti relativamente a tali beni è di 5.000 euro.
Le merci sono vendute tutte nel mese di gennaio dell’anno x+1.

Il ricavo conseguito dalla Alfa Spa, pari a 5.000 euro, entra a far parte del reddito dell’esercizio x+1: ciò sia ai fini contabili che ai fini delle imposte sui redditi.

Se, la merce dovesse essere trattenuta dal ricevente al termine convenuto, il ricavo sarà di competenza dell’esercizio nel quale essa è trattenuta.


Esempio:
la ditta Alfa Spa consegna delle merci alla ditta Gamma Srl in base a contratto estimatorio in data 15/10 dell’anno x. Il prezzo concordato tra le parti relativamente a tali beni è di 5.000 euro.
Se la ditta Gamma Srl non dovesse vendere le merci dovrà restituirle entro il 15/03 dell’anno x+1.

La ditta Gamma Srl, pur non avendo venuto le merci nel termine convenuto, decide di trattenerle e di pagare il relativo prezzo.

Il ricavo conseguito dalla Alfa Spa, pari a 5.000 euro, entra a far parte del reddito dell’esercizio x+1: ciò sia ai fini contabili che ai fini delle imposte sui redditi.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net