BENI CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI

ALCUNI CASI PARTICOLARI

Aggiornato al 14.09.2007

IMMOBILIZZAZIONI CHE FORMANO OGGETTO DELL’ATTIVITÀ DELL’IMPRESA

A questo proposito possiamo dire che non sono immobilizzazioni le immobilizzazioni che formano oggetto di attività di compravendita, cioè quegli immobili, quelle macchine, quei mobili, quei brevetti e così via che formano oggetto dell’attività di compravendita dell’impresa.

Così, ad esempio, i fabbricati che rappresentano delle immobilizzazioni nella generalità delle imprese costituiscono delle merci destinate alla vendita nelle imprese edili che hanno come oggetto di attività la produzione degli stessi.


IMMOBILIZZAZIONI NON USATE NEL PROCESSO PRODUTTIVO DATE IN AFFITTO

Non costituiscono immobilizzazioni quei beni che non sono più in uso e sono posti fuori dell’attività produttiva.

Così, ad esempio, un impianto usato in precedenza nella trasformazione delle materie prime per l’ottenimento dei prodotti finiti rappresenta di norma un’immobilizzazione. Tuttavia, se l’impresa decide di non utilizzare più il bene e di sostituirlo con uno più all’avanguardia esso cessa di rappresentare un bene immobilizzato per l’impresa. Invece, continua a rappresentare un’immobilizzazione un bene immobile non più usato nel processo produttivo che è lasciato indefinitamente nell’impresa in quanto produce dei frutti diretti, perché, ad esempio, è dato in affitto a terzi.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net