ATTIVITA' AGRICOLE

ATTIVITA' AGRICOLE E IAS 41

Aggiornato al 11.10.2007

Lo IAS 41 considera attività agricole quelle attività biologiche, cioè le attività agricole in generale dalle quali derivano dei prodotti agricoli. A titolo di esempio sono attività biologiche le pecore, gli animali caseari, i suini, gli alberi di una piantagione di foreste, le piante, la boscaglia, le viti e gli alberi da frutto. Fino al momento del raccolto, in caso di piante, o della macellazione, in caso di animali tali beni devono essere considerati come immobilizzazioni. Successivamente vanno esposti in bilancio come rimanenze.

Lo IAS 41 richiede una esposizione separata delle attività biologiche nello Stato patrimoniale, oltre ad una informativa dettagliata nella quale vengano illustrati gli aspetti e le conseguenze relative alla valutazione al fair value.

Quest’ultimo, nel caso di attività biologiche, va determinato con riguardo al mercato. Se un mercato attivo non esiste occorre far riferimento ai prezzi delle più recenti transazioni di mercato avvenute sempre che non si siano verificati cambiamenti nelle circostanze economiche tra la data dell’operazione e la chiusura dell’esercizio.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net