FONDO OPERAZIONI E CONCORSI A PREMIO

LE SCRITTURE IN PARTITA DOPPIA

Aggiornato al 24/05/2022

Il Fondo per operazioni e concorsi a premio rientra i fondi per rischi ed oneri.

Esso va rilevato in bilancio, nello Stato patrimoniale, alla voce B.4 - altri fondi per rischi ed oneri.

Infatti, lo Stato patrimoniale, prevede la seguente struttura:


B - FONDI PER RISCHI ED ONERI
1) per trattamento di quiescenza ed obblighi simili
2) per imposte, anche differite
3) strumenti finanziari derivati passivi
4) altri

Il fondo viene costituito rilevando a Conto economico il componente negativo di reddito B.13 – altri accantonamenti.


B – COSTI DELLA PRODUZIONE
13) altri accantonamenti

Il fondo per operazioni e concorsi a premio rappresenta un fondo oneri, ovvero un fondo che accoglie un debito dell’impresa per impegni assunti dei quali è incerto l’ammontare o la data di scadenza.

Vediamo, con degli esempi, le scritture in partita doppia relative a tale fondo.


Esempio:
Ipotizziamo che l’impresa abbia organizzato un’operazione a premio nell’esercizio x. L’operazione scade alla fine dell'esercizio x+1. L’impegno complessivo assunto dall’impresa ammonta a 100.000 euro.

L’operazione in questione è un’operazione a premio. Al termine dell’esercizio x si considera congruo un accantonamento al fondo di 30.000 euro. La scrittura da redigere è la seguente:

Data Bilancio Conto Importo Dare Importo Avere
31/12/x CE.B.13 ALTRI ACCANTONAMENTI 30.000  
31/12/x SP.P.B.4 FONDO PER RISCHI ED ONERI   30.000


Nel corso dell'anno x+1 si possono verificare due ipotesi distinte:

  • la prima ipotesi è quella che l’impresa sostenga una spesa superiore rispetto a quanto accantonato in bilancio al termine dell'esercizio x. Ad esempio, l’impresa sostiene una spesa di 35.000 euro

    La scrittura in Partita Doppia è la seguente:

    Data Bilancio Conto Importo Dare Importo Avere
    ../../x+1 SP.P.B.4 FONDO PER RISCHI ED ONERI 30.000  
    ../../x+1 CE.B.14 SOPRAVVENIENZA PASSIVA 5.000  
    ../../x+1 SP.A.C.IV.1 BANCA C/C   35.000


  • la seconda ipotesi è quella che l’impresa sostenga una spesa inferiore rispetto a quanto accantonato in bilancio al termine dell'esercizio x. Ad esempio, l’impresa sostiene una spesa di 25.000 euro.

    La scrittura in Partita Doppia è la seguente:

    Data Bilancio Conto Importo Dare Importo Avere
    ../../x+1 SP.P.B.4 FONDO PER RISCHI ED ONERI 30.000  
    ../../x+1 SP.A.C.IV.1 BANCA C/C   25.000
    ../../x+1 CE.A.5 SOPRAVVENIENZA ATTIVA   5.000


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
 


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net