BUDGET ECONOMICO

PREVEDERE I RISULTATI CON IL BUDGET ECONOMICO

di www.best-control.it
Aggiornato al 27.02.2008

Il budget economico costituisce la previsione del risultato della gestione di un certo periodo, solitamente l’anno, e la programmazione dei fatti che su quel risultato possono incidere.

Perché ciò si realizzi, lo strumento del conto economico classico utilizzato ai fini civilistici non è adeguato; è invece indispensabile utilizzare un conto economico gestionale dove i costi sono suddivisi in variabili e fissi raggruppandoli per centro di costo e dove sia espresso il margine di contribuzione delle varie linee di prodotti.

Questo sistema si chiama "direct costing", ovvero si imputano ai prodotti solo i costi effettivamente a carico, mentre i costi di struttura si considerano a carico di tutti i prodotti senza distinzione alcuna.

Il budget economico viene determinato con la seguente sequenza:

  • budget delle vendite (a quantità e valore, e suddivisi mensilmente);
  • definizione dei centri di costo e distinzione tra centri variabili (proporzionali al volume di produzione o di vendita) e fissi (invariabili rispetto alla produzione o vendita);
    • VARIABILI
      produzione - assistenza tecnica - installazione e collaudi
    • FISSI
      ufficio vendite - contabilità clienti - amministrazione - direzione generale - direzione tecnica - ufficio tecnico - servizi generali - ammortamenti/affitti - oneri finanziari
  • calcolo dei costi di ciascun centro (analizzando le singole voci di costo);
  • definizione del costo orario di produzione (per il centro di produzione e altri eventuali centri variabili);
  • assorbimento dei costi di produzione per ciascun prodotto o linea di prodotti (normalmente in funzione delle ore di mano d’opera impiegate);
  • assorbimento dei materiali per ciascun prodotto o linea di prodotti (determinati in funzione dei prodotti e della loro distinta tecnica);
  • determinazione del margine di contribuzione (ovvero del guadagno lordo di ciascun prodotto o linea di prodotti);

    Margine di contribuzione per linea di prodotti

  • definizione degli oneri finanziari, in funzione del budget finanziario (in mancanza del budget finanziario gli oneri potranno essere stimati in base all’esposizione bancaria media);
  • calcolo del reddito prima delle imposte.

Il conto gestionale previsionale risultante è il seguente:

Conto gestionale previsionale


In tal modo sarà possibile determinare come contribuiscono le varie linee di vendita a coprire i costi fissi e predeterminare il risultato d’esercizio.

Le variazioni nel margine di contribuzione, a parità dei costi fissi, comporteranno variazioni nel reddito d’esercizio previsto.
 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:



EconomiAziendale.net


LezioniDiMatematica.net


DirittoEconomia.net


StoriaFacile.net


SchedeDiGeografia.net


LeMieScienze.net