OMAGGIO AI DIPENDENTI

IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI AI DIPENDENTI

Aggiornato al 12.12.2017

Si esamina di seguito il trattamento, ai fini IVA e ai fini delle imposte dirette, degli omaggi ai dipendenti.


IVA

Gli omaggi ai dipendenti possono avere per oggetto:

  • beni che non rientrano nell’attività propria dell’impresa;
  • beni che rientrano nell’attività propria dell’impresa.

  • BENI CHE NON RIENTRANO NELL’ATTIVITA’ PROPRIA DELL’IMPRESA

    Qualora ai dipendenti vengano dati in omaggio beni che non rientrano nell’attività propria dell’impresa, poiché tali spese non possono essere considerate come spese di rappresentanza, l’ IVA pagata dall’azienda al momento dell’acquisto non è detraibile. La cessione gratuita è esclusa dal campo di applicazione dell’imposta.

  • BENI CHE RIENTRANO NELL’ATTIVITA’ PROPRIA DELL’IMPRESA

    Nel caso in cui gli omaggi ai dipendenti abbiano per oggetto beni che rientrano nell’attività propria dell’impresa, l’IVA assolta sull’acquisto è detraibile e la cessione gratuita è imponibile ai fini IVA. L’impresa può decidere di non detrarre l’IVA sull’acquisto al fine di non assoggettare ad imposta la successiva cessione gratuita.



REDDITI

Per l’azienda, le spese sostenute dal datore di lavoro per l’acquisto di omaggi da dare ai propri dipendenti costituiscono erogazioni liberali a favore dei dipendenti e sono, pertanto, deducibili (art.95, comma 1, TUIR).

Per i dipendenti, gli omaggi ricevuti, proprio perché costituiscono erogazioni liberali in natura sono considerate reddito di lavoro dipendente se di importo annuo superiore a 258,23 euro (fringe benefit) (art.51 TUIR).


CONTABILITA’

Gli omaggi a dipendenti, poiché non costituiscono in nessun caso spese di rappresentanza, devono essere classificate nel Conto economico alla voce Altri costi per il personale (B.9.e).


CENE NATALIZIE

Per quanto riguarda le cene organizzate in occasione delle festività natalizie con i dipendenti, la CM. 34/E del 2009 rammenta che le spese per feste e ricevimenti organizzati in occasione di ricorrenze aziendali o di festività religiose o nazionali sono da considerarsi spese di rappresentanza a meno che all’evento siano presenti esclusivamente dipendenti dell’impresa.

Quindi, nel caso in cui la cena natalizia è organizzata esclusivamente con i dipendenti, il costo non può essere considerato una spesa di rappresentanza e la relativa IVA è indetraibile.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net