ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE CON APPORTO DI CAPITALE

GLI ASPETTI CONTABILI LEGATI AL CONTRATTO DI ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE CON APPORTO DI BENI IN GODIMENTO

Aggiornato al 01.09.2017

Nel contratto di associazione in partecipazione l’apporto dovuto dall’associato può essere rappresentato da beni diversi dal denaro, mobili o immobili.

Normalmente tali beni sono conferiti in proprietà all’associante. Tuttavia può accadere che essi vengano conferiti solamente in godimento.

In questa ipotesi, l’associante, nel momento in cui viene conferito il bene in godimento, non dovrà rilevarlo tra le proprie attività, non trattandosi di un bene di sua proprietà.

Egli, dunque, si dovrà limitare a rilevare l’apporto solamente tra i conti d’ordine con una scrittura del tipo:


Scritture relative all'apporto di beni in godimento

Al momento della conclusione del contratto l’associante provvederà a restituire il bene all’associato e stornerà la scrittura precedente, nel modo seguente:


Scritture relative all'apporto di beni in godimento

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net