ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE CON APPORTO DI SOLO LAVORO

LE SCRITTURE CONTABILI DELL'ASSOCIANTE NEL CONTRATTO DI ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE CON APPORTO DI SOLO LAVORO

Aggiornato al 16.01.2014
Il D.Lgs.15/06/2016 ha escluso la possibilità di concludere contratti di associazione in partecipazione in cui l’associato, persona fisica, effettui l’apporto di lavoro. Per i contratti di associazione in partecipazione sottoscritti prima del 25/06/2017 rimane la possibilità di apporto di lavoro anche nel caso in cui l’associato sia una persona fisica fino alla cessazione del contratto.

Vediamo quali sono le scritture contabili che deve redigere l’ associante con riferimento al contratto di associazione in partecipazione con solo apporto di lavoro. Di seguito si ipotizza che l’associato sia una persona fisica che non esercita attività d’impresa, né di lavoro autonomo.


Esempio:
la ALfa Srl e il signor Rossi stipulano un contratto di associazione in partecipazione con solo apporto di lavoro. Le parti stabiliscono una partecipazione agli utili, a favore dell’associato, del 20% del reddito netto risultante dal bilancio. Il reddito netto ammonta a 100.000 euro.



STIPULA DEL CONTRATTO

Nel momento in cui viene stipulato il contratto l’associante rileva tra i conti d’ordine, con il sistema degli impegni


Scrittura da redigere al momento della stipula del contratto

Qualora l’apporto non è quantificabile esso può essere evidenziato solamente nella Nota integrativa nella quale, devono essere indicati gli impegni non risultanti dallo Stato Patrimoniale la cui conoscenza sia utile per valutare la situazione patrimoniale e finanziaria della società (art.2427 Codice civile n.9).


ACCONTI

E’ possibile che, prima che si proceda all’approvazione del rendiconto, vengano corrisposti all’associato degli acconti. Su di essi andranno calcolati i contributi INPS a carico dell’associato e quelli a carico dell’associante. Si inizia con il rilevare l’acconto e il contributo INPS a carico dell’associato (versato comunque dall’associante), come segue:


Scrittura da redigere al momento della corresponsione di acconti

I contributi alla Gestione separata INPS a carico dell’associato sono stati determinati nel modo seguente:


(5.000 x 27,72%) x 45% quota a carico dell’associato = 623,70.

Il conto Associato Rossi c/anticipi viene rilevato, in bilancio tra gli altri crediti dell’attivo circolante( C.II.5 dell’attivo dello Stato Patrimoniale).

Al posto del conto Associato Rossi c/corrispettivi si può usare il conto Associato Rossi c/competenze. Entrambi i conti possono figurano in bilancio tra i debiti dello Stato patrimoniale, come altri debiti (D.14 del passivo dello Stato Patrimoniale).

Si rilevano, quindi, i contributi alla Gestione separata INPS a carico dell’associante, con la scrittura:


Scrittura relativa ai contributi alla gestione separata a carico dell'associante

I contributi alla Gestione separata INPS a carico dell’associante sono stati determinati nel modo seguente:


(5.000 x 27,72%) x 55% quota a carico dell’associante = 762,30.

Il conto Oneri previdenziali viene rilevato, in bilancio tra i costi del personale (B.9.b del Conto Economico).

L’associante provvederà ad effettuare il versamento dei contributi INPS a suo carico e a carico dell’associato.

Al momento del pagamento dell’acconto si rileva la ritenuta d’acconto del 20% (5.000 x 20%). Come segue:


Scrittura relativa al pagamento dell'acconto


APPROVAZIONE DEL RENDICONTO

Nel momento in cui viene approvato il rendiconto l’associante dovrà rilevare la quota di utili spettante all’associato.

Egli potrà seguire due vie diverse:

  1. rilevare un costo da portare a Conto Economico pari alla quota di utili spettante all’associato


    Scrittura relativa all'approvazione del rendiconto

    Il conto Compensi per associazione in partecipazione va portato nel Conto economico tra i Costi della produzione alla voce Costi per servizi (B.7 del Conto Economico).

    Tale costo è fiscalmente deducibile per l’associante.

  2. rilevare la quota di utili spettante all’associato in sede di destinazione dell’utile dell’esercizio.


    Scrittura relativa all'approvazione del rendiconto

    Se si opta per tale soluzione, in sede di dichiarazione dei redditi, è necessario effettuare una variazione in diminuzione del reddito al fine di determinare il reddito imponibile poiché il compenso corrisposto all’associato è fiscalmente deducibile.



PAGAMENTO DEGLI UTILI ALL’ASSOCIATO

Nel momento in cui si rileva il pagamento degli utili all’associato Rossi si chiude il conto Associato Rossi c/corrispettivi e il conto Associato Rossi c/anticipi, si rilevano i contributi a carico dell’associato e la ritenuta d’acconto. Occorre poi rilevare i contributi a carico dell’associante. dall’associante.


Scrittura relativa al pagamento degli utili


CONCLUSIONE DEL CONTRATTO

Al momento della conclusione del contratto se è stata effettuata una registrazione tra i conti d’ordine essa va stornata.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net