REDDITO D'IMPRESA E IAS

NUOVE REGOLE NELLA DETERMINAZIONE DEL REDDITO TASSABILE PER LE IMPRESE CHE ADOTTANO GLI IAS

Aggiornato al 05.02.2008

Cambiano le regole per la determinazione del reddito d’impresa da parte delle aziende che adottano, per obbligo di legge o per scelta, gli IAS.

Le nuove disposizioni fissate dalla finanziaria 2008 prevedono che valgono, anche in deroga alle disposizioni contenute nel Testo Unico delle Imposte dirette, i criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti da detti principi contabili.

La regola precedente prevedeva che l’utile o la perdita risultante dal conto economico, relativo all’esercizio chiuso nel periodo d’imposta, andava aumentato o diminuito dei componenti che per effetto dei principi contabili internazionali vanno imputati direttamente a patrimonio netto. Successivamente si apportava al reddito così determinato le variazioni in aumento o in diminuzione conseguenti all’applicazione dei criteri stabiliti nel Testo Unico delle Imposte dirette come accade per le imprese che formano il bilancio sulla base dei principi contabili nazionali.

La modifica normativa, dunque, dà piena validità ai criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti dagli IAS anche a fini fiscali.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net