ANTICIPI A DIPENDENTI

COME VANNO REGISTRATI IN CONTABILITA'

Aggiornato al 06.12.2007

Può accadere che il dipendente chieda, al proprio datore di lavoro, un anticipo sulla busta paga.

Tale anticipo deve essere registrato in contabilità.

Supponiamo che in data 20/05, il dipendente Caio chieda ed ottenga un anticipo di 500 euro sulla retribuzione del mese. Essa viene corrisposta in contanti.

La scrittura da rilevare in partita doppia è la seguente:


Scrittura in partita doppia per anticipo a dipendente


In dare viene movimentato il conto finanziario “Dipendenti c/anticipi retribuzione” che accoglie il credito vantato dall’impresa per l’acconto versato al dipendente sulla retribuzione non ancora liquidata.

Al posto di questo conto si può usare anche il conto " Personale c/anticipi " o un altro conto similare.

In avere, nel nostro esempio, è stato movimentato il conto “Cassa” poiché il pagamento dell’acconto è effettuato in contanti.

Al termine del mese l’impresa provvede alla determinazione della retribuzione dovuta al dipendente e alla rilevazione contabile del debito verso il dipendente per tale importo. Esso viene registrato in avere del conto “Dipendenti c/retribuzione”.

Supponiamo che tale conto accolga un importo di 1.300 euro.

Al momento del pagamento della retribuzione, l’impresa trattiene quanto già pagato al dipendente a titolo di acconto e versa la sola differenza.

Ipotizziamo che la retribuzione venga pagata con assegno bancario. La scrittura da rilevare in partita doppia sarà:


Scrittura in partita doppia per anticipo a dipendente


In questo modo il conto “Dipendenti c/anticipi retribuzione” risulta chiuso.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
-
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net