STATO PATRIMONIALE

LO SCHEMA DELLO STATO PATRIMONIALE PREVISTO DALL'ART.2424 DEL CODICE CIVILE

Aggiornato al 26.11.2011
Per lo schema di Stato Patrimoniale applicabile ai bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio al 01/01/2016, si veda Nuovo schema di Stato Patrimoniale 2016

Riportiamo di seguito lo schema di STATO PATRIMONIALE previsto dall’art.2424 del Codice civile.

ATTIVITA’

A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI

B) IMMOBILIZZAZIONI (con separata indicazione di quelli concessi in locazione finanziaria)

I - Immobilizzazioni immateriali:

1) costi di impianto e di ampliamento

2) costi di ricerca, sviluppo e pubblicitĂ 

3) diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno

4) concessioni, licenze, marchi e diritti simili

5) avviamento

6) immobilizzazioni in corso e acconti

7) altre

II - Immobilizzazioni materiali:

1) terreni e fabbricati

2) impianti e macchinario

3) attrezzature industriali e commerciali

4) altri beni

5) immobilizzazioni in corso e acconti

III - Immobilizzazioni finanziarie (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili entro l’esercizio successivo) :

1) partecipazioni in:

a) imprese controllate

b) imprese collegate

c) imprese controllanti

d) altre imprese

2) crediti:

a) verso imprese controllate

b) verso imprese collegate

c) verso imprese controllanti

d) verso altri

3) altri titoli

4) azioni proprie (con indicazione anche del valore nominale complessivo)

C) ATTIVO CIRCOLANTE

I - Rimanenze:

1) materie prime, sussidiarie e consumo

2) prodotti in corso di lavorazione e semilavorati

3) lavori in corso su ordinazione

4) prodotti finiti e merci

5) acconti

II - Crediti (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo) :

1) verso clienti

2) verso imprese controllate

3) verso imprese collegate

4) verso imprese controllanti

4-bis) crediti tributari

4- ter) imposte anticipate

5) verso altri

III - AttivitĂ  finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni:

1) partecipazioni in imprese controllate

2) partecipazioni in imprese collegate

3) partecipazioni in imprese controllanti

4) altre partecipazioni

5) azioni proprie (con indicazione anche del valore nominale complessivo)

6) altri titoli

IV - DisponibilitĂ  liquide:

1) depositi bancari e postali

2) assegni

3) denaro e valori in cassa

D) RATEI E RISCONTI (con separata indicazione del disaggio su prestiti)

PASSIVITA’ E NETTO

A) PATRIMONIO NETTO

I - Capitale

II - Riserve da sovrapprezzo azioni

III - Riserve di rivalutazione

IV - Riserve legali

V - Riserve statutarie

VI - Riserva per azioni proprie e in portafoglio

VII - Altre riserve (da indicare distintamente)

VIII - Utili (perdite) portati a nuovo

IX - Utile (perdita) dell’esercizio

B) FONDI PER RISCHI ED ONERI

1) per trattamento di quiescenza, ecc..

2) per imposte anche differite

3) altri

C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO

D) DEBITI (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo) :

1) obbligazioni

2) obbligazioni convertibili

3) debiti verso soci per finanziamenti

4) debiti verso banche

5) debiti verso altri finanziatori

6) acconti

7) debiti verso fornitori

8) debiti rappresentati da titoli di credito

9) debiti verso imprese controllate

10) debiti verso imprese collegate

11) debiti verso controllanti

12) debiti tributari

13) debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale

14) altri debiti

E) RATEI E RISCONTI (con separata indicazione dell’aggio su prestiti)

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net