CLIENTI C/ANTICPI

COME VANNO INDICATI IN BILANCIO

Aggiornato al 30.09.2010

L’art.2424 del Codice civile stabilisce quella che è la struttura dello Stato Patrimoniale.

La macro categoria D del passivo riporta i debiti con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo.

La voce D6 della macro-categoria riguarda gli acconti.


Quindi:

STATO PATRIMONIALE
PASSIVO

D – Debiti – con separata indicazione degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo
D- 6 – Acconti.

Le somme anticipate dai clienti ai loro fornitori, prima della consegna della merce o della prestazione del servizio e registrate contabilmente nel conto Clienti c/anticipi compaiono in bilancio alla voce Acconti dei debiti (D-6 del passivo).

Tale voce rileva:

  • gli anticipi ricevuti dai clienti a fronte di forniture di beni non ancora effettuate;
  • gli anticipi ricevuti dai clienti a fronte di prestazioni di servizi non ancora effettuate.

Tali acconti compaiono nel passivo dello Stato patrimoniale fino a quando le relative vendite o le prestazioni di servizi non sono effettuate e il relativo ricavo non è stato contabilizzato.

Vediamo, allora, come il conto Clienti c/anticipi confluisce in bilancio.


Ipotizziamo il caso di un’azienda che abbia ricevuto un anticipo da un cliente. Al momento della emissione della fattura relativa a tale anticipo si apre il conto Clienti c/anticipi.

Se, alla data di chiusura dell’esercizio, il conto Clienti c/anticipi non è stato ancora chiuso in quanto non è stata ancora effettuata la consegna delle merci o non è stata ultimata la prestazione del servizio, l’importo di tale conto confluirà in bilancio tra i debiti del passivo come Acconto (D-6 passivo).

Il conto Clienti c/anticipi viene chiuso contabilmente nel momento in cui l’impresa provvede ad emettere la fattura relativa alla consegna delle merci o alla ultimazione della prestazione del servizio.

Dunque, se alla data di chiusura dell’esercizio il conto Clienti c/anticipi risulta chiuso esso non confluirà in bilancio in quanto si sarà provveduto a rilevare il ricavo derivante dalla vendita o dalla prestazione del servizio.


Ricordiamo che tale rilevazione va fatta:

  • alla data della consegna o della spedizione dei beni nel caso di vendita di beni mobili;
  • alla data in cui le prestazioni sono ultimate in caso di prestazione di servizi.

Ricapitolando.

  • Pagamento dell’acconto da parte del cliente: si apre il conto CLIENTI C/ANTICIPI
  • Chiusura dell’esercizio: l conto CLIENTI C/ANTICIPI confluisce alla voce Acconti (STATO PATRIMONIALE – PASSIVO –D DEBITI – 6 ACCONTI)
  • Consegna delle merci o ultimazione della prestazione del servizio: rilevazione del RICAVO e chiusura del conto CLIENTI C/ANTICIPI

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net