ESEMPIO DI CALCOLO DEGLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI

COME CALCOLARE LA MISURA DEGLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI PER LE IMPRESE INDIVIDUALI E LE SOCIETÀ DI PERSONE

Aggiornato al 05.09.2016

Le imprese individuali e le società di persone determinano la misura degli interessi passivi deducibili applicando la seguente formula:


Interessi passivi deducibili = Ricavi e altri proventi che concorrono a formare il reddito/ Ammontare complessivo dei ricavi


Vediamo, attraverso un esempio, come applicare questa formula:


Esempio:
l’impresa individuale Rossi Mario ha conseguito nel corso dell’anno ricavi per 200.000 euro. Di questi 20.000 sono esenti e non concorrono alla formazione del reddito. Gli interessi passivi di competenza dell’esercizio ammontano a 50.000 euro.


Applicando la formula precedente avremo:


Interessi passivi deducibili = (200.000 - 20.000)/ 200.000 = 0,90.


Questo significa che la percentuale di deducibilità degli interessi passivi è pari a:


0,90 x 100 = 90%.

Gli interessi passivi deducibili ammontano a:


50.000 x 90% = 45.000.

Chiaramente, se l’impresa non ha conseguito ricavi esenti, gli interessi passivi sono interamente deducibili.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net