www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 

 

 

   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  La nota integrativa - le novità introdotte dal D.Lgs.139/2015  

 

 

 
 
 
Approfondimento del 23.12.2015

 

Il D.Lgs.139/2015 ha apportato notevoli novità al tema del bilancio d'esercizio.

Il decreto ha interessato anche la Nota integrativa, il cui contenuto è disciplinato dall' art.2427 del Codice civile.

Nella tabella che segue vediamo le principali novità previste a partire dai bilanci 2016.

 

NOTA INTEGRATIVA 2016 - NOVITA'
Dopo il D.Lgs.139/2015 Prima del D.Lgs.139/2015
La nota integrativa deve indicare: In precedenza la nota integrativa doveva indicare
La composizione delle voci:
  • costi di impianto e di ampliamento 

e

  • costi di sviluppo.

 

Rimane l'indicazione delle ragioni della capitalizzazione e dei criteri di ammortamento.

La composizione delle voci:
  • costi di impianto e di ampliamento 

e

  • costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità.

 

La modifica è legata alla soppressione della possibilità di capitalizzare i costi di ricerca e pubblicità.

 

La composizione delle voci:
  • ratei e risconti attivi e passivi;
  • altri fondi;

a prescindere dal loro ammortare

Rimane l'indicazione della composizione della voce altre riserve.

 

La composizione delle voci:
  • ratei e risconti attivi e passivi;
  • altri fondi;

se di ammontare rilevante

Oltre all'indicazione della composizione della voce altre riserve.

L'importo complessivo:
  • degli impegni;
  • delle garanzie;
  • delle passività potenziali;

non risultanti dallo Stato patrimoniale con indicazione:

  • della natura delle garanzie reali prestate;
  • gli impegni esistenti in materia di trattamento di quiescenza e simili;
  • gli impegni assunti nei confronti di:
    • imprese controllate;
    • imprese collegate;
    • controllanti;
    • imprese sottoposte al controllo di queste ultime.
Composizione e natura:
  • degli impegni non risultanti dallo Stato patrimoniale;
  • dei conti d'ordine

la cui conoscenza sia utile per valutare la situazione patrimoniale e finanziaria della società 

specificando quelle relative a:

  • società controllante;
  • collegate;
  • controllanti;
  • imprese sottoposte al controllo di queste ultime. 
La ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività ed aree geografiche in ogni caso a prescindere che sia significativa o meno.

 

La ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività ed aree geografiche se tale ripartizione è significativa
L'importo e la natura dei singoli elementi di ricavo o di costo di entità e incidenza eccezionali. La composizione delle voci:
  • proventi straordinari;
  • oneri straordinari;

quando il loro ammortare sia apprezzabile.

 

La modifica è legata all'eliminazione della macro-categoria E del Conto economico.

 

L'ammontare:
  • dei compensi;
  • delle anticipazioni concesse;
  • dei crediti concessi;

ad amministratori e sindaci cumulativamente per ciascuna categoria.

Precisando:

  • tasso di interesse;
  • principali condizioni;
  • importi eventualmente rimborsati, cancellati o oggetto di rinuncia;
  • impegni assunti per loro conto per effetto di garanzie di qualsiasi tipo prestate.

 

L'ammontare dei compensi spettanti ad amministratori e sindaci, cumulativamente per ciascuna categoria.
I seguenti titoli emessi dalla società:
  • azioni di godimento;
  • obbligazioni convertibili in azioni;
  • warrents;
  • opzioni;
  • titoli o valori stimati.

Rimane la necessità di specificare il loro numero e i diritti che essi attribuiscono.

 

Non vi era l'obbligo di indicare warrents e opzioni.
Le operazioni realizzate con parti correlate qualora non siano state concluse a normali condizioni di mercato.

L'indicazione va fornita sempre.

 

L'indicazione andava fornita solamente se tali operazioni erano rilevanti.
La natura e l'effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio.

 

Informazione in precedenza non richiesta.
Il nome e la sede legale dell'impresa che redige il bilancio consolidato dell'insieme più grande di imprese di cui l'impresa fa parte in quanto impresa controllata, nonché il luogo in cui è disponibile la copia del bilancio consolidato.

 

Informazione in precedenza non richiesta.
La proposta di destinazione degli utili o di copertura delle perdite.

 

Informazione in precedenza non richiesta.
 

 

 

 

Infine, tra le modifiche introdotte vi è quella secondo la quale le informazioni in Nota integrativa relative alle voci dello Stato patrimoniale e del Conto economico devono essere presentate secondo l'ordine in cui le relative voci sono indicate nello Stato patrimoniale e nel Conto economico.

 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Nota integrativa: le informazioni da fornire in merito ai beni ammortizzabili

La Nota integrativa

Cambiamento dei criteri di ammortamento e nota integrativa

Bilanci 2016


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681