www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 

 

   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Opere, forniture e servizi di durata ultrannuale - le regole fiscali relative alla valutazione di opere, forniture e servizi di durata ultrannuale

 

 

 
 
 
Approfondimento del 28.09.2015

 

Secondo quanto disposto dal TUIR le rimanenze di opere, forniture e servizi vanno valutate applicando regole diverse a seconda della loro durata:
  • quelle di durata annuale sono valutate secondo le regole proprie di tutte le rimanenze di magazzino;
  • quelle di durata ultrannuale sono valutate applicando i criteri stabiliti all'art.93 del TUIR.

 

Le regole che andremo ad esaminare, contenute appunto nell'art.93, si applicano alle opere, forniture e servizi che, oltre ad avere durata ultrannuale, sono pattuiti come oggetto unitario.

Quindi, esse devono formare oggetto unitario del contratto intercorso tra le parti e la loro durata di esecuzione deve superare i 12 mesi.

La durata di esecuzione è data dal periodo che intercorre tra la data di inizio di esecuzione delle opere, forniture e servizi e la data della consegna dei lavori o di ultimazione dei servizi e delle forniture: entrambe queste date devono essere stabilite in contratto.

Un caso particolare è rappresentato dalle imprese il cui esercizio non coincide con l'anno solare. In questo caso l'opera, la fornitura o il servizio si considerano di durata ultrannaule se essa supera la durata dell'esercizio.

 

Per quanto riguarda la valutazione di tali opere occorre precisare che:

  • per la parte di opere, forniture e servizi coperta da stato di avanzamento dei lavori definitivamente accettati dal committente, i corrispettivi liquidati sono compresi tra i ricavi.

    Pertanto:

     

    • se la liquidazione è totale non esistono rimanenze;

     

    • se la liquidazione è parziale tra le rimanenze va indicata la parte non liquidata definitivamente e la loro valutazione va fatta in base ai corrispettivi liquidati;

     

  • per la parte non coperta da stato di avanzamento dei lavori la valutazione va effettuata in base ai corrispettivi maturati.

 

Nella valutazione delle rimanenze di opere, forniture e servizi di durata ultrannuale si tiene conto anche delle eventuali maggiorazioni di prezzo richieste in applicazione di disposizioni di legge o di clausole contrattuali. Fino a quando esse non siano definitivamente stabilite se ne tiene conto in misura non inferiore al 50%. 

Il contribuente deve allegare alla dichiarazione dei redditi, distintamente per ciascuna opera, fornitura o servizio pluriennale che al termine del periodo d'imposta risulti in corso di esecuzione, un prospetto contenente le seguenti indicazioni:

  • estremi del contratto;
  • generalità e residenza del committente;
  • scadenza prevista;
  • elementi tenuti a base per la valutazione e la collocazione di tali elementi nei conti dell'impresa;

 

 
 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Lavori in corso su ordinazione - codice civile

Lavori in corso su ordinazione - definizione

Valutazione dei lavori in corso su ordinazione

Criterio della commessa completata

Criterio della commessa completata - esempio

Criterio della percentuale di completamento

Criterio dello stato di avanzamento dei lavori

Criterio della commessa completata e criterio dello stato di avanzamento dei lavori - confronto

Prospetto delle opere, forniture e servizi di durata ultrannuale

Rimanenze di magazzino: aspetti civilistici, fiscali e operativi


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681