FAC SIMILE COMUNICAZIONE APERTURA ESERCIZIO DI VICINATO

DA PRESENTARE AL COMUNE PER POTER INIZIARE UN'ATTIVITÀ COMMERCIALE

Aggiornato al 27.02.2010

AL SIGNOR SINDACO
DEL COMUNE DI .......................




OGGETTO: Comunicazione di APERTURA di esercizio commerciale al dettaglio di superficie di vendita non superiore a 150 o 250 mq. (art. 7 e art. 4 lett. d d.l.vo 114/98).

Il sottoscritto ..............................nato il.............. a ...........................................
cittadinanza ................................................ codice fiscale......................, telefono .........................



PRESO ATTO CHE L’OPERAZIONE DI CUI ALL’OGGETTO SARA’ ESEGUITA
DECORSI NON MENO DI TRENTA GIORNI DALLA DATA DI RICEZIONE DELLA
PRESENTE COMUNICAZIONE DA PARTE DEL COMUNE


C O M U N I C A

l’apertura di un esercizio commerciale “di vicinato” (superficie di vendita fino a 150 o 250 mq.) come previsto dall’art. 7 del D.L.vo 114/98.

Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, previste dall’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e dall’art. 489 C.P.


D I C H I A R A

  • che l’attività si svolgerà nei locali di Via ............................................n. ........ int...... lett. .... scala ..... piano.......
    di cui dispone a titolo di ❏ affitto ❏ proprietà ❏ altro (specificare) ...........................;
    su una superficie di vendita di mq. .............. ;
    superficie complessiva dell’esercizio (compresa superficie adibita ad altri usi) mq. ........ ❏ inserito nel centro commerciale denominato.....................
  • che il settore merceologico (e relative superfici) è il seguente:
    ❏ Alimentare mq. ......... ❏ Non alimentare mq. .........
    Tabelle Speciali: ❏ Generi di monopolio ❏ Farmacie ❏ Carburanti mq. ......
    ❏ Altro: ...............................................
  • che l’attività prevalente sarà la vendita di .......................................................;
  • di essere in possesso dei requisiti di accesso all’attività di cui all’art. 5, commi 2 e 4, del D.L.vo 114/98;
  • di avere rispettato, con riferimento ai locali dell’esercizio, i regolamenti locali di polizia urbana, annonaria e igienico-sanitaria, i regolamenti edilizi e le norme urbanistiche, nonché quelle relative alle destinazioni d’uso;
  • in caso di opere edilizie, che la relativa pratica reca i seguenti estremi:
    pratica n. ............ presentata il .............. all’ufficio ....................


DICHIARA, INOLTRE, SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’
(ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445),
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci previste dall’art.76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e dell’art. 489 C.P. che nei propri confronti non sussistono le cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 10 della Legge 31.5.1965, n. 575 e successive modificazioni.


Allega alla presente:
- copia del documento di identità, qualora l’istanza sia presentata a mezzo posta o da un terzo;
- denuncia di occupazione unità immobiliare per la Tassa Smaltimento Rifiuti;
- copia permesso di soggiorno in corso di validità (per i cittadini extracomunitari).



Data ..................


Firma ..................



I comuni possono predisporre una propria modulistica differente rispetto a quella riportata sopra.

 
Gli approfondimenti sull’argomento:
-


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net