RICEVIMENTO DI FATTURA IRREGOLARE

COSA DEVE FARE L'ACQUIRENTE DEL BENE O IL COMMITTENTE DEL SERVIZIO SE RICEVE UNA FATTURA IRREGOLARE

Aggiornato al 03.10.2008

L’art.21 del D.P.R.633/72 stabilisce che per ciascuna operazione imponibile il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio emette fattura.

Vediamo cosa accade se l’acquirente del bene o il committente del servizio riceve una fattura irregolare, ad esempio, una fattura per un importo inferiore al reale.

In questi casi è l’acquirente del bene o il committente del servizio è tenuto ad emettere un autofattura che integra l’importo della fattura ricevuta (D.Lgs.471 del 18/12/1997, art.6, comma 8).

Di seguito riportiamo una tabella che sintetizza gli obblighi di autofatturazione in caso di ricevimento di una fattura irregolare nell’ipotesi di acquisti interni.


Ricevimento di fattura irregolare

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net