ONERI ACCESSORI DI DIRETTA IMPUTAZIONE

QUALI SONO CAPITALIZZABILI SECONDO GLI IAS

Aggiornato al 11.07.2008

Secondo gli IAS, al costo di acquisto delle immobilizzazioni materiali e immateriali, vanno aggiunti gli oneri accessori di diretta imputazione.

Vediamo, nel dettaglio, quali sono tali oneri.

Nel caso di immobilizzazioni materiali tra gli oneri accessori di diretta imputazione si possono comprendere

  • i costi dei benefici per i dipendenti derivanti direttamente dall’acquisizione di un elemento di immobili, impianti e macchinari;
  • i costi da sostenere per la preparazione del sito;
  • i costi iniziali di consegna e movimentazione;
  • i costi di installazione e di assemblaggio;
  • i costi sostenuti per verificare il buon funzionamento dell’attività, dopo avere dedotto gli incassi derivanti dalla vendita di eventuali elementi prodotti per portare il bene in quel luogo e condizione (ad esempio, campioni prodotti durante il collaudo dei macchinari);
  • gli onorari professionali.

Nel caso di attività immateriali tra gli oneri accessori di diretta imputazione si comprendono:

  • i costi dei benefici per i dipendenti sostenuti direttamente per portare l’attività in condizioni normali di funzionamento;
  • gli onorari professionali sostenuti direttamente per portare l’attività in condizioni normali di funzionamento;
  • i costi necessari per verificare se l’attività sta funzionando adeguatamente.

Non possono considerarsi oneri accessori di diretta imputazione i costi di apertura di un nuovo impianto, i costi dell’introduzione di un nuovo prodotto o servizio (inclusi i costi pubblicitari e per attività promozionali), i costi di gestione di un’attività in una nuova sede o con una nuova classe di clientela (inclusi i costi di addestramento del personale), le spese generali e amministrative.

Per quanto concerne i costi del personale dipendente si sottolinea che sono capitalizzabili i costi del personale che l’impresa sostiene per portare il bene nelle condizioni di utilizzo mentre non sono capitalizzabili, e dunque vanno considerati come componenti di reddito del periodo di sostenimento, i costi che sono sostenuti per l’addestramento del personale addetto ad impianti e macchinari.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net