CERTIFICAZIONE UNICA

CHI LA RILASCIA, QUANDO DEVE ESSERE RILASCIATA, QUALI DATI DEVE CONTENERE

Aggiornato al 01.09.2017

La Certificazione Unica (che a partire dal 2015 ha sostituito il CUD) viene rilasciata dal sostituto di imposta che ha erogato:


Di seguito si sintetizzano le caratteristiche di tale documento.


CHI LA RILASCIA?

La Certificazione Unica deve essere rilasciato dal sostituto di imposta, in altre parole:

  • dal datore di lavoro in caso di redditi di lavoro dipendente e in caso di redditi assimilati ed equiparati a quelli di lavoro dipendenti;

  • dal committente che ha corrisposto redditi di lavoro autonomo e/o provvigioni;

  • da chi ha erogato redditi diversi.



IN QUANTE COPIE È RILASCIATA?

La Certificazione Unica deve essere rilasciata, a chi ha percepito le somme, in duplice copia.

Inoltre, essa deve essere trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrate.


QUANDO DEVE ESSERE RILASCIATA?

La Certificazione Unica deve essere consegnata dal sostituto di imposta all’interessato entro il 31 marzo del periodo d’imposta successivo a quello cui si riferiscono i redditi certificati.

La trasmissione all’Agenzia delle entrate deve essere fatta entro il 7 marzo del periodo d’imposta successivo a quello cui si riferiscono i redditi certificati.

Nel caso di cessazione del rapporto di lavoro la Certificazione Unica deve essere consegnata al dipendente entro 12 giorni dalla sua richiesta.


COME DEVE ESSERE CONSEGNATA?

La Certificazione Unica può essere consegnata con due diverse modalità:

  • in forma cartacea;

  • via mail. In questa seconda ipotesi è necessario che il destinatario disponga degli strumenti necessari per ricevere il modello e stamparlo. Di conseguenza, il sostituto d’imposta è tenuto a verificare tali condizioni.


La Certificazione Unica emessa dagli enti previdenziali (ad esempio l’INPS) è rilasciata sempre in modalità telematica sul sito dell’ente erogatore.


QUALI DATI SONO INDICATI?

Nella Certificazione Unica sono riportati:

  • i dati anagrafici del sostituto d’imposta e quelli del percettore del reddito;

  • i dati fiscali e previdenziali relativi alle somme erogate.


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net