INTERESSI DI MORA: SCRITTURE CONTABILI

LE SCRITTURE CONTABILI DA REDIGERE IN RELAZIONE AGLI INTERESSI DI MORA

Aggiornato al 01.09.2017

Gli interessi di mora , sia attivi che passivi, devono essere rilevati in contabilità in base al principio di competenza , quindi in relazione al periodo di maturazione.


Esempio.
Importo della fattura: 2.500 euro.
Scadenza della fattura: 15/10/x.
Pagamento della fattura: 15/03/x+1.
Interessi moratori di competenza dell’anno x: 37.
Interessi moratori di competenza dell’anno x+1: 35.

Il creditore rileva al termine dell’esercizio x:


Scritture relative agli interessi moratori

Il conto Crediti v/Clienti va iscritto in bilancio nello Stato patrimoniale alla voce:


STATO PATRIMONIALE
ATTIVO
C) Attivo circolante
II – Crediti
1 – Crediti verso clienti.


Il conto Interessi attivi moratori va iscritto in bilancio nel Conto economico tra i proventi diversi:


CONTO ECONOMICO C) Proventi e oneri finanziari
16 – Altri proventi finanziari
d) Proventi diversi dai precedenti (con separata indicazione di quelli da imprese controllate, collegate e controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime).



Al momento del pagamento della fattura e degli interessi moratori , in data 30/04/x+1, si provvederà a rilevare:

  • gli interessi attivi moratori di competenza dell’esercizio x+1;
  • il pagamento della fattura e degli interessi moratori.


Scritture relative agli interessi moratori

Il debitore rileva al termine dell’esercizio x:


Scritture relative agli interessi moratori

Il conto Debiti v/Fornitori va iscritto in bilancio nello Stato patrimoniale alla voce:

STATO PATRIMONIALE
PASSIVO
D) Debiti (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo)
7 – Debiti verso fornitori.



Il conto Interessi passivi moratori va iscritto in bilancio nel Conto economico tra gli oneri finanziari:


CONTO ECONOMICO
C) Proventi e oneri finanziari
17 – Interessi ed altri oneri finanziari (con separata indicazione di quelli da imprese controllate, collegate e controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime).



Al momento del pagamento della fattura e degli interessi moratori, in data 30/04/x+1, si provvederà a rilevare:

  • gli interessi passivi moratori di competenza dell’esercizio x+1;
  • il pagamento della fattura e degli interessi moratori.


Scritture relative agli interessi moratori

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net