ORGANIGRAMMA

IL GRAFICO DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'AZIENDA

Aggiornato al 05.05.2007

Il più importante strumento usato dalle imprese per rappresentare la propria struttura organizzativa è l’organigramma.

Con questa espressione si intende un grafico che serve ad individuare:

  • gli organi che costituiscono la struttura aziendale;
  • le modalità di raggruppamento di tali organi;
  • le relazioni che esistono tra di essi, ovvero come è ripartita l’autorità.

Il contenuto degli organigrammi può variare notevolmente, così, ad esempio si possono avere degli organigrammi generali, che rappresentano la struttura aziendale solamente per grandi linee, e organigrammi analitici, che rappresentano in modo dettagliato tutta la struttura aziendale.

Dal punto di vista grafico l’organigramma può essere rappresentato in modo molto vario. Quello più diffuso è l’ organigramma verticale che consiste in un grafico che mostra, in alto, l’organo dotato di maggior potere, mentre via via che si scende più in basso, si passa agli organi dotati di minor potere.

In genere, in questo tipo di organigramma, gli organi posti alla stessa altezza del grafico sono dotati della stessa autorità, anche se questa non è una regola di validità generale.

L’organigramma verticale ha il pregio di evidenziare in modo immediato la gerarchia presente in azienda.


ORGANIGRAMMA VERTICALE

Organigramma verticale


Un altro tipo di organigramma è quello orizzontale. In questo caso gli organi dotati di maggior potere sono posti a sinistra del grafico mentre, mano a mano che ci si sposta verso destra si passa a organi dotati di minor potere. Questo tipo di organigramma presenta un vantaggio di tipo psicologico poiché tende ha rendere meno immediata la percezione della gerarchia esistente tra i vari organi.


ORGANIGRAMMA ORIZZONTALE

Oraganigramma orizzontale


Esiste poi un organigramma a cerchi concentrici che mostra nei cerchi più interni del grafico gli organi dotati di maggiore autorità. Mano a mano che si passa ai cerchi più esterni si individuano gli organi dotati di minor potere. Questa rappresentazione della struttura aziendale mostra i rapporti gerarchici in modo meno rigido rispetto agli organigrammi visti in precedenza.


ORGANIGRAMMA A CERCHI CONCENTRICI

Oraganigramma a cerchi concentrici


Gli organigrammi, pur presentando l’indubbio vantaggio di mostrare la struttura dell’azienda, hanno dei limiti soprattutto in quanto non danno informazioni sufficienti sui compiti assegnati a ciascun organo e sulla ripartizione del potere decisionale tra i vari livelli della scala gerarchica.

Inoltre, essi non evidenziano alcuni rapporti come i rapporti esistenti tra organi posti sotto la direzione di un medesimo capo.

Le lacune dell’organigramma possono essere colmate dai mansionari e dalle norme procedurali.

I mansionari spiegano quelli che sono i compiti dei vari organi aziendali, mentre le norme procedurali, dette anche procedure, precisano come debbono essere svolti i compiti assegnati ai diversi organi, come comportarsi di fronte a certe situazioni ed evidenziano anche le relazioni esistenti tra i vari organi.

Seppure l’organigramma è usato dalla gran parte delle aziende, molti studiosi ritengono che tale documento non sia in grado di evidenziare ciò che avviene effettivamente all’interno di un’impresa. Ogni azienda ha, infatti, accanto all’organizzazione formale, cioè a quella definita, un’organizzazione informale data da una serie di rapporti di potere e di canali di comunicazione non formalizzati. Questo però non può portare ad affermare che l’organigramma non sia utile o non sia in grado di rappresentare la struttura organizzativa aziendale seppure con dei limiti.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
-


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net