LA PAGA BASE

COS'E' LA PAGA BASE DETTA ANCHE MINIMO TABELLARE

Aggiornato al 29.03.2011

La paga base è il principale elemento della retribuzione. Essa viene chiamata anche retribuzione base, minimo tabellare o minimo contrattuale.

La sua misura viene determinata dal contratto collettivo applicabile al rapporto di lavoro e varia in base alla qualifica riconosciuta al dipendente che viene spesso denominata “livello”.

La paga base rappresenta il compenso minimo che spetta ai lavoratori aventi la stessa qualifica e ai quali si applica lo stesso contratto collettivo.


Spesso l’importo della paga base comprende anche altre due voci:

  • l’indennità di contingenza;
  • l’elemento distinto della retribuzione (EDR).

L’indennità di contingenza, detta più semplicemente contingenza o scala mobile, aveva lo scopo di adeguare la retribuzione al costo della vita e veniva aggiornato ogni 3 mesi. A partire dal 1° novembre 1991 essa è stata congelata, cioè il suo importo non viene più adeguato.

Molti contratti collettivi prevedono che essa sia compresa nell’importo della paga base.

La somma di paga base e indennità di contingenza prende anche il nome di paga conglobata.


L’elemento distinto della retribuzione è stato introdotto proprio quando è stata congelata l’indennità di contingenza.

Il suo importo è pari a 10,33 euro mensili.

Anche per l’EDR va detto che alcuni contratti collettivi prevedono il suo conglobamento nella paga base.

In alcuni settori, come ad esempio il commercio, la voce indennità di contingenza (il cui importo rimane congelato) comprende anche l’EDR.


La paga base varia ogni qual volta vi è un rinnovo contrattuale.

Il minimo tabellare spettante al singolo dipendente può variare anche nel caso in cui gli venga riconosciuta una qualifica superiore rispetto alla precedente.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net