AVVIAMENTO

UN QUADRO DI SINTESI DELLE DISPOSIZIONI CIVILISTICHE E FISCALI

Aggiornato al 14.12.2015

Di seguito riportiamo una sintetisi delle principali disposizioni in materie di valutazione e ammortamento dell’avviamento.

ESPOSIZIONE IN BILANCIO:

B.I – Immobilizzazioni immateriali

5) avviamento


AVVIAMENTO CAPITALIZZABILE:

L’avviamento può essere iscritto nell’attivo con il consenso, ove esistente, del collegio sindacale, se acquisito a titolo oneroso, nei limiti del costo per esso sostenuto.


AMMORTAMENTO:

  • Codice civile/ Principi contabili nazionali:

    Deve essere ammortizzato secondo la sua vita utile.

    Se la vita utile non è stimabile va ammortizzato in un periodo non superiore a 10 anni.

    È tuttavia consentito ammortizzare sistematicamente l’avviamento in un periodo limitato di durata superiore, purché esso non superi la durata per l’utilizzazione di questo attivo e ne sia data adeguata motivazione nella nota integrativa.

  • IAS:

    L’avviamento non è soggetto ad ammortamento ma a impairment test.

  • Fisco:

    Sono deducibili quote di ammortamento del valore iscritto in bilancio non superiori a 1/18 del valore stesso.



RISOLUZIONI E CIRCOLARI:

  • RM 154 del 15/12/2004 – Istanza di interpello . Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. XZ S.p.A. . Determinazione del valore dell’avviamento fiscalmente rilevante. Articolo 103, comma 3, del TUIR

  • RM 111 del 29/07/2005 - rilevanza della riclassificazione dell’avviamento operata in applicazione degli IAS ai fini della determinazione del reddito di impresa
  • CM 10 del 13/03/2006 – Misure di contrasto all’evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria - decreto-legge n. 203 del 2005, c.d. collegato alla legge finanziaria per il 2006.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net