QUOTE DI AMMORTAMENTO CRESCENTI

COME VANNO CALCOLATE

Aggiornato al 18.02.2008

L’OIC 16 esclude la possibilità di applicare quote di ammortamento crescenti.

Per il calcolo di quote di ammortamento crescenti si possono utilizzare varie formule, ad esempio la quota di ammortamento può essere determinata:

  • in misura inversamente proporzionale al numero di esercizi della residua vita utile dell’immobilizzazione;
  • in misura direttamente proporzionale al numero di esercizi già trascorsi della presunta vita utile dell’immobilizzazione;
  • in base ad una percentuale crescente del valore originario dell’immobilizzazione.

L’uso di quote di ammortamento crescenti può ritenersi utile nei casi in cui gli impianti presentano una utilizzazione limitata nei primi esercizi di vita e il loro funzionamento tende a crescere nel tempo.

Il limite principale di tale metodo di ammortamento sta nel fatto che le quote più elevate di ammortamento gravano sugli esercizi nei quali i beni richiedono maggiori spese di manutenzione e riparazione a causa del logorio fisico.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net