BARRIERE ALL'ENTRATA

QUALI SONO I POSSIBILI OSTACOLI ALL'INGRESSO DI NUOVE IMPRESE SUL MERCATO

Aggiornato al 23.06.2008

Vediamo, di seguito, due delle possibili barriere all’entrata che un’impresa può incontrare. Ricordiamo che, per barriere all’entrata si intendono quegli ostacoli che possono rendere difficile o impossibile l’ingresso di un’impresa in un mercato.

  • Barriere create da interventi dello Stato. Esempio: brevetti.

    I brevetti attribuiscono all’inventore il diritto di utilizzare in esclusiva, per un certo lasso di tempo, la propria invenzione. Per questa ragione essi attribuiscono, per legge, un monopolio temporaneo.

  • Barriere dovute ad economie di scala.

    E’ il caso di attività che comportano il sostenimento di elevati costi fissi. Pertanto solo realizzando volumi di produzione e di vendita consistenti si può riuscire a raggiungere il punto di pareggio, ovvero il punto nel quale i ricavi riescono a coprire i costi. Quindi si realizza naturalmente una sorta di monomio: si parla, infatti, di monopolio naturale.

    La presenza di molte imprese sul mercato renderebbe la produzione, per ognuna di esse, antieconomica. Solo in caso di presenza di una o di poche imprese sul mercato, la produzione di ognuna di esse è tale da consentire la copertura dei costi fissi.



Altre barriere all’entrata sono:

  • Fabbisogno di capitale
  • Difficoltà di accesso ai canali di distribuzione
  • Rappresaglia tra i produttori consolidati

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net